Turismo - Il portale della tua citta

EnglishFrenchGermanGreekHungarianItalianJapaneseLithuanianNorwegianPersianPortugueseRomanianRussianSpanishSwedishTurkishUkrainian
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'aspetto della città alta è rimasto immutato nei secoli e vede uno stratificarsi sorprendente di monumenti storici, artistici e architettonici. Le strette stradine in salita si susseguono verso l'asse delle vie Gombito e Colleoni, che ripercorrono il tracciato stradale romano. Piccole storiche piazzette, come quella detta del Mercato delle Scarpe o la piazza del Mercato del Fieno, si allargano tra i vicoli scandendo il cammino verso le maggiori Piazza Vecchia e Piazza del Duomo, centro monumentale di una città che è tutta un monumento.
Imperdibile una passeggiata sul Viale delle Mura, per ammirare la vista sulla città bassa e sulla pianura circostante ma anche per ammirare le stesse mura, splendido e ben conservato esempio di architettura militare cinquecentesca.

La città bassa merita senza dubbio di essere scoperta dai visitatori: prima di tutto il centro moderno della città, progettato in modo unitario all'inizio del Novecento da Marcello Piacentini (uno dei primi e meglio riusciti esempi di sistemazione urbanistica in Italia). La zona nella quale sorgeva la fiera di S. Alessandro, edificio costruito nel Settecento a sostituzione delle precarie baracche che ospitavano il tradizionale mercato, fu rimodellata dal Piacentini intorno all'asse della Via Ferdinandea (oggi Viale Vittorio Emanuele II  Viale Giovanni XXIII), che attraversa la città dalla stazione alle mura della Bergamo alta. È senza dubbio ancora oggi la via principale di Bergamo: l'intelligenza dell'urbanista ha saputo circondarla di ariose piazze divenute naturalmente luogo privilegiato di incontro e passeggio per i Bergamaschi.

Torna ai contenuti | Torna al menu